Pulizia filtri condizionatore fai da te o dal tecnico?

"I filtri del mio climatizzatore li pulisco io ogni tanto, non basta così?"

Questa è la classica risposta di un cliente al nostro ufficio quando parliamo di manutenzione.

Molte persone sono convinte che basti "pulire il filtro dell'aria" del proprio condizionatore per fare una manutenzione!

 

Assolutamente non è così che funziona!

La pulizia del filtro è una delle tante operazioni che si devono svolgere in una manutenzione ordinaria di un impianto di climatizzazione, non l'unica.

 

In questo articolo vogliamo spiegarvi la differenza tra una manutenzione professionale effettuata da tecnici qualificati e la semplice pulizia del filtro.

 

Queste sono le principali operazioni che si svolgono durante una manutenzione ordinaria di un impianto residenziale di climatizzazione:

 

  • PULIZIA BATTERIA UNITA' INTERNA E ESTERNA

  • SANIFICAZIONE FILTRI E BATTERIA

  • CONTROLLO CARICA GAS REFRIGERANTE

  • CONTROLLO ASSORBIMENTO ELETTRICO

  • VERIFICA DELLE TEMPERATURE DI LAVORO DELLE UNITA’ INTERNE.

Vediamo adesso insieme cosa significano nello specifico le singole operazioni e capiamo a cosa servono...

 

PULIZIA BATTERIA UNITA' INTERNA E ESTERNA

Questa operazione serve a rimuovere lo sporco che si può depositare sulle batterie alettate del motore esterno e delle unità interne.

Attraverso una rimozione meccanica e chimica, tramite appositi detergenti, il tecnico va a rimuovere tutto lo sporco che impedisce il corretto scambio di energia termica tra l'aria e il gas refrigerante.

 

SANIFICAZIONE FILTRI E BATTERIA

Questa è l'operazione che (in parte) può svolgere anche il cliente in autonomia. Ovvero la pulizia del filtro aria dell'unità interna. Ma un attenzione particolare va posta sull'aspetto SANIFICAZIONE.

Dobbiamo infatti chiarire che essendo il condizionatore un "ambiente umido" a causa della presenza di acqua di condensa, possono formarsi in alcuni casi muffe e batteri che proliferano sulle superfici umide investite dal getto di aria.

Proprio per questo motivo è necessario oltre che la semplice pulizia del filtro (lavandolo sotto l'acqua corrente) anche la sanificazione.

Questa operazione si svolge attraverso degli spray antibatterici (presidio medico chirurgico) che vanno a distruggere eventuali muffe e batteri che sono presenti sui filtri, sulle alette e sui deflettori delle unità interne!

 

CONTROLLO CARICA GAS REFRIGERANTE

Altra operazione importante è il controllo della carica di gas che è presente dentro il condizionatore.

Sia per un aspetto ambientale che economico, è importante non disperdere gas.

Nel caso si verificano perdite di gas, la resa del condizionatore scende notevolmente ed aumentano i consumi elettrici.

Ecco quindi che una buona manutenzione prevede che il tecnico, certificato F-gas, controlli attraverso dei manometri la corretta carica di gas refrigerante.

 

CONTROLLO ASSORBIMENTO ELETTRICO

Insieme alla carica di gas, va controllato anche il consumo di energia elettrica dell'unità esterna.

Il tecnico attraverso uno strumento chiamato pinza amperometrica misura gli Ampere di corrente elettrica consumati dall'impianto in funzione.

Questo altro parametro permette di capire se rispettiamo i dati di targa del costruttore dell'impianto e quindi siamo nella norma.

 

VERIFICA DELLE TEMPERATURE DI LAVORO DELLE UNITA’ INTERNE.

Infine con un altro strumento, quale un termometro a contatto, il tecnico controlla le temperature dell'aria. Cosa significa controllare le temperature aria?

Molto semplice, significa che andiamo a verificare la temperatura che è presente sulla ripresa dell'unità interna (foto 1) e la temperatura che è presente sulla bocca di uscita dell'unità interna (foto 2).

Affinché l'impianto funzioni correttamente e rientri nella norma deve essere presente un preciso differenziale tra le due temperature sia in funzionamento estivo che invernale.

FOTO 1                                                                       FOTO 2

       

 

IN CONCLUSIONE...

Come potete ben capire adesso, la pulizia dei filtri è solo una delle tante operazioni che è possibile fare. Questo elenco che abbiamo fatto è anche parziale perché in funzione dell'impianto che il tecnico ha davanti le operazioni possono aumentare o diminuire.

 

La cosa fondamentale, quando fate effettuare una manutenzione specialistica sul vostro impianto di condizionamento, è quella di avvalersi di tecnici e aziende certificate F-gas.

La certificazione F-gas infatti, richiede ai tecnici e alle aziende, oltre che una formazione specifica anche il possesso degli strumenti che abbiamo elencato sopra, tarati periodicamente.

Per essere certificati bisogna avere manometri, termometri, pinza amperometrica e altri strumenti che ogni due anni devono eseguire tarature che ne certificano l'esattezza della misura.

 

Non correre il rischio di inutili sprechi di denaro e di ammalarti a causa di un impianto sporco!

Affidati sempre a tecnici specializzati e certificati F-gas.

 

La Novatec servizi tecnologici si occupa di gestione impianti di climatizzazione e riscaldamento, specializzata nell'assistenza tecnica e manutenzione.

Autorizzata come Centro Servizi Tecnici da diverse aziende produttrici, ed operante su tutto il territorio Abruzzese.

Noi lavoriamo specificatamente per le piccole e medie imprese, effettuando assistenza e manutenzione esclusivamente sui i marchi per cui siamo autorizzati ufficialmente dalle aziende produttrici.

Novatec è certificata F-Gas sia come azienda che con i nostri tecnici specializzati!

Inoltre la nostra azienda è anche CERTIFICATA ISO 9001:2015, il sistema di gestione per la qualità.


 

Scopri se hai tutti i documenti in regola o sei a rischio multe in azienda. 

Richiedi il nostro servizio TOTAL CLIMA CHECK-UP!

Scopri di più
Vuoi saperne di piu?
Contattaci

Lascia il tuo nome, email e telefono: ti forniremo tutti i dettagli tecnici e le risposte alle tue domande

Fill out my online form.